CIANCIANA.INFO - Il portale su Cianciana by Paolo Sanzeri -Storia, Cultura, Architettura, Turismo, Cronaca ed altro - La civiltà dello zolfo a Cianciana: L’ Emigrazione.

 

 

 

Home arrow Miniere di Zolfo arrow La civiltà dello zolfo a Cianciana: L’ Emigrazione.
Advertisement

Libro: Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Webcam Cianciana

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Cerca

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Per l'acqua pubblica

Per l'acqua pubblica
Radio
Radio Capital
Radio Deejay

Immagine casuale

__logo.jpg

Articoli in lingua inglese

Advertisement

Articoli in lingua russa

Advertisement

Mappa interattiva

Advertisement

Festa di San Giuseppe

Advertisement

carta turistica informativa

Advertisement
La civiltà dello zolfo a Cianciana: L’ Emigrazione. PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Albanese   

     Sample Image  

Sample Image 

 Sample Image

 La disoccupazione fu la conseguenza della chiusura delle miniere e genero tutta una serie di risvolti Negativi SIA nell 'economia Che nel tessuto sociale di Cianciana.

L 'industria mineraria era Stata una valvola di scarico alla domanda sempre stringente di lavoro el' ufficio di collocamento Stato era in grado di Rispondere alle richieste degli imprenditori di zolfare Procurando mano d 'opera Nella persona dei picconieri e dei Carusi. E 'vero, Che anche, prima della chiusura delle miniere, quanti volevano sfuggire alla cosidetta "malaria delle Miniere", all'infezione, cioè, di anchilostoma per la Quale non C'era assicurazione E quindi c' indennizzo non era, avevano Preso La via estero dell '.

Sample Image

IolIsola dell fenomeno divenne poi dirompente per le dette precedentemente causa e sebbene il Governo regionale avesse preso la decisione di apprestare Notevoli Finanziamenti per puntellare l 'economia', Cianciana non se ne avvantaggiò ma come altri altri Paesi dell 'interno Diede vita ad un tipo di Che emigrazione a causa Seguì direttrici ben precise, una interna verso nord Argentina ed una esterna verso l 'e gli Stati Uniti d' America.

Nel periodo 1940 c 'Stata si la Costituzione dell' Ente Zolfi Italiana con lo Scopo di Ridurre i prezzi di produzione e rinnovare le tecniche di estrazione del minerale Ma a causa del continuo Sfruttamento Le Miniere SI Erano impoverite nel minerale ed Erano aumentate le Difficoltà estrattive , per il progredire dei lavori a maggiori profondità.

Sample Image

Non bastando, quindi, I provvedimenti legislativi uno carattere protezionistico Più che uno risolutivi contrastare la Concorrenza americana Che usava metodi di estrazione del minerale d 'avanguardia, il 1947 vide tristemente il boom dell' emigrazione. MOLTI ciancianesi raggiungevano il paese di destinazione senza rivolgersi al Ministero del Lavoro Né all 'Ufficio di collocamento semplice ma con un visto della Questura sulla carta d' identità, con la fittizia qualifica di turisti ed uno spese protrarre.

Ma come il ciancianese sceglieva il nuovo paese di destinazione? Il tam tam silenzioso o loquace a seconda dei punti di vista, di Coloro Che li avevano preceduti, amici o parenti, li Aveva già informati Che c 'era in Canada, Usa, Australia, Argentina, Possibilità di lavoro più consistente e redditizio e sicuro di Quello che si accingevano uno Lasciare.

Successivamente il contratto di lavoro, Ufficio l 'iscrizione presso' del Lavoro del Paese di destinazione assicurarono la Regolarità e la permanenza del lavoratore Che di li a poco si sistemava definitivamente e si Faceva RAGGIUNGERE da tutto il nucleo familiare. L 'esodo continuo fino agli anni Sessanta e fu ben maggiore Rispetto ai dati Forniti dall' Ufficio Anagrafe Popolazione del Comune.

Imponenza Tutto questo fu appunto perchè il singolare espediente utilizzato dai ciancianesi per trasferirsi altrove non lasciava tracce reali al Comune di Alessandria della Rocca ei dati ufficiali non esprimono in pieno l 'del fenomeno migratorio.

Ovviamente Le forze più attive, dinamiche e vitali lasciavano il paese ed Erano quelle FORZE Che integrandosi nel nuovo ambiente di lavoro, produrranno ricchezza e benessere per sé e anche per il paese ospitante. Scrollandosi di dosso anche un certo tradizionalismo grezzo, il emigrato ciancianese, per il Suo spirito intraprendente, simpaticone e arguto, sfrutta il contatto con gruppi umani più evoluti, si ammoderna, impara la nuova lingua SIA pure a suo modo, si Inserisce in un tessuto sociale più moderno ed evoluto ed Apre la strada alla successiva generazione Che del passato Perdera Ogni traccia o meglio Conservera qualche colorita espressione dialettale DI CUI forse non comprende più, per intero, il significato. Però intanto negli anni '50 e '60, giungevano uno Cianciana le rimesse degli emigrati Che Spesso venivano UTILIZZATE per acquistare terre, per ristrutturare i vecchi fabbricati, per Costruire nuove abitazioni, dotate di tutti i servizi igienici Che la vita civile prescrive.

L 'emigrante Quando ritornerà uno Cianciana, Vorra Trovare una abitazione comoda, funzionale, moderna e come segno del raggiungimento di un tenore di vita più Elevato Vorra Trovare uno spazioso garage dove posteggiare la sua bella macchina americana.

Hanno LASCIATO dietro le spalle, insomma, una Caratteristica peculiare ciancianese Che E quella di impiegare, anche piccoli capitali, in investimenti sicuri solo assolutamente e Stabili, sfuggendo da Qualsiasi investimento inteso che alla produzione di nuova ricchezza. Vieni dice Virgilio Titone <<la ricchezza è Quella Che già ESISTE E niente si fa per procurare della nuova>>.[1] Emigrato Dell Il nuovo nell 'Animo' ha Preso il posto del vecchio ed il velario si è proprio chiuso per sempre sul vecchio dramma delle Zolfara siciliana.                 

[1] Virgilio Titone: "Storia, Costume e mafia in Sicilia", Milano 1964 pag.286

La Civiltà dello zolfo uno Cianciana. Tesi di laurea di: Salvatore Albanese. Anno accademico 2002-2003

 
< Prec.   Pros. >