CIANCIANA.INFO - Il portale su Cianciana by Paolo Sanzeri -Storia, Cultura, Architettura, Turismo, Cronaca ed altro - La Massa Cinciana: Lingotti di piombo romani.

 

 

 

Home arrow Archeologia arrow La Massa Cinciana: Lingotti di piombo romani.
Advertisement

Libro: Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Webcam Cianciana

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Cerca

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Per l'acqua pubblica

Per l'acqua pubblica
Radio
Radio Capital
Radio Deejay

Immagine casuale

__logo.jpg

Articoli in lingua inglese

Advertisement

Articoli in lingua russa

Advertisement

Mappa interattiva

Advertisement

Festa di San Giuseppe

Advertisement

carta turistica informativa

Advertisement
La Massa Cinciana: Lingotti di piombo romani. PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Sanzeri   
   
   Lingotto di piombo romano. Dettaglio del marchio di fabbrica "L. PLANI L. F.". Da Cianciana (Agrigento). Museo Archeologico Regionale di Palermo "Antonino Salinas".
Al Museo Archeologico Regionale di Palermo “Antonino Salinas”, sono esposti n° 5 “pani” di piombo del periodo romano (inventario n° 1499/1503), della dimensione di circa: larghezza cm. 9, lunghezza cm. 44, altezza cm. 9, con bordi superiori arrotondati. I pani hanno impresso, nella parte superiore, nella parte sinistra, una una scritta “L. PLANI. L. F.”, che reca il nome del produttore, ove si legge: L (ucius), Plani, L (uci) F (ilius), ed nella parte destra un sigillo.
I pani rinvenuti a Cianciana appartengono alla gens dei Planii, provenienti dalla Spagna sudorientale; dalla distribuzione di altri lingotti dei Planii rinvenuti ad Agde (Francia), a Ripatransone (Ascoli Piceno), a Nuoro è possibile delineare l’itinerario di navigazione seguiti dal commercio del piombo spagnolo proveniente da Cartagena (Carthago Nova), lungo i porti della Mauretania, per poi passare in Sicilia e da qui verso Roma e il resto dell’Italia.
Sample Image
Sample Image
Sample Image
 
< Prec.   Pros. >