CIANCIANA.INFO - Il portale su Cianciana by Paolo Sanzeri -Storia, Cultura, Architettura, Turismo, Cronaca ed altro - Continua il percorso per il recupero delle miniere di Cianciana.

 

 

 

Home arrow Miniere di Zolfo arrow Continua il percorso per il recupero delle miniere di Cianciana.
Advertisement

Libro: Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Webcam Cianciana

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Cerca

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Per l'acqua pubblica

Per l'acqua pubblica
Radio
Radio Capital
Radio Deejay

Immagine casuale

__logo.jpg

Articoli in lingua inglese

Advertisement

Articoli in lingua russa

Advertisement

Mappa interattiva

Advertisement

Festa di San Giuseppe

Advertisement

carta turistica informativa

Advertisement
Continua il percorso per il recupero delle miniere di Cianciana. PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Sanzeri   

Sample Image  

Sample Image  06/03/11: Funzionari del Distretto Minerario di Caltanissetta, congiuntamente all'Arch. Paolo Sanzeri, hanno continuato l'ispezione della galleria "Stradella" della Miniera "Giudice Pipitona Stradella".

 L'ing. Capo del Distretto Mineario di Caltanissetta, Michele Brescia, coaudiuvato da due suoi collaboratori: Per. Min. Antonio Sardo;  Per. Min. Nicola Vitale;  insieme all'Arch. Paolo Sanzeri dell'Ufficio Tecnico Comunale anch'esso coadiuvato dall'Arch. Piero Frisco, hanno continuato l'ispezione presso le aree delle ex miniere di zolfo poste a ridosso del vallone Ciniè, ed in particolare la miniera deneominata "Giudice Pipitona Stradella".

L'Arch. Paolo Sanzeri ha guidato il gruppo all'interno dell'area, facendo ispezionare le infrastrutture di recente riscoperte, quali le batterie di forni Gill, attualmente ne sono state individuate tre.

L'ispezione poi è proseguita all'interno della galleria Stradella che per un buon tratto è stata oggetto di controlli, verifiche e misurazioni.

I rappresentanti del Distretto Minerario hanno evidenziato che l'area può essere oggetto di interventi di recupero, in quanto sia i forni che la galleria possono essere messe in sicurezza per una successiva usufruizione da parte degli utenti.

I lavori di ristrutturazione, restauro e messa in sicurezza vedono l’indispensabile sostegno e condivisione tecnica dell’Ing. Michele Brescia, responsabile del Distretto Minerario di Caltanissetta.

Con questa ispezione oltre ad effettuare i controlli sono state prese delle misurazoni, profondità, larghezza, altezza ed è stato effettuato un reportage fotografico.

Nelel foto sono evidenziate ancora le scitte dello sciopero dei minatori ciancianesi del 1954?.

Inoltre, al fine di poter proseguire nelle ispezioni future, sono stati accesi dei fumogeni per individuare delle prese d'aria.

Sample Image

 

 

Il recupero della memoria, delle strutture architettoniche di archeologia industriale, delle attività legate alla cultura materiale del tempo, sia minerarie che ad esse connesse, costituiscono un'eccezionale occasione di “progettazione integrata”, caratterizzata da una complessa sintesi tra obiettivi di recupero paesistico, di restauro, fruizione e valorizzazione dei Beni Etno-Antropologici, con conseguente sviluppo del “turismo culturale” e dello sviluppo sostenibile.

Non possiamo che essere soddisfatti, dice il Sindaco On. Dott. Salvatore Sanzeri, del traguardo che si sta prefiggendo il nostro comune. Il recupero delle aree minierarie comprensive delle infrastrutture esterne ed interne al sottosuolo sarà un importantissimo obiettivo per la crescita economico – culturale di Cianciana”.

Il Comune dopo la predisposizione del progetto preliminare: "Valorizzazione area archeologica Ciancianìa, area archeologica industriale miniere di zolfo e realizzazione area museale all’interno del centro urbano con realizzazione itinerario Turistico", per l'importo di euro 1.200.000/00, ha già definito il progetto definitivo.

 

 

Il progetto definitivo è stato già presentato per richiedere il relativo finanziamento a valere sui fondi PO FESR 2007/2013, all'interno dell'asse VI, ed in tempi ristretti si deve definire il progetto di massima. 

 

Per le prossime esplorazioni, l'Amministrazione Comunale, nel dicembre 2010, ha chiesto la collaborazione al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

 
< Prec.   Pros. >