CIANCIANA.INFO - Il portale su Cianciana by Paolo Sanzeri -Storia, Cultura, Architettura, Turismo, Cronaca ed altro - Presidente del comitato, anno 2013, di San Giuseppe a Cianciana è la Signora Antonella Martorana.

 

 

 

Home arrow San Giuseppe arrow Presidente del comitato, anno 2013, di San Giuseppe a Cianciana è la Signora Antonella Martorana.
Advertisement

Libro: Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Webcam Cianciana

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Cerca

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Per l'acqua pubblica

Per l'acqua pubblica
Radio
Radio Capital
Radio Deejay

Immagine casuale

__logo.jpg

Articoli in lingua inglese

Advertisement

Articoli in lingua russa

Advertisement

Mappa interattiva

Advertisement

Festa di San Giuseppe

Advertisement

carta turistica informativa

Advertisement
Presidente del comitato, anno 2013, di San Giuseppe a Cianciana è la Signora Antonella Martorana. PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Minio   

 Sample Image  Anteprima 24/03/14: La festa di San Giuseppe a Cianciana ha sempre avuto un’antica tradizione che ha coinvolto sempre le famiglie e in qualche caso interi quartieri. Anche quest’anno sono stati realizzati diversi altari votivi, ma quello che ha attirato l’attenzione e l curiosità è stato quello programmato e allestito dalla famiglia di Luigi Ferraro e di Antonella Martorana. Si tratta di un ex voto che la famiglia ciancianese ha voluto realizzare, come da promessa fatta, per grazia ricevuta. Segue articolo ....

Anteprima

 

Anteprima

I lavori per la realizzazione dell’altare di San Giuseppe, che era collocato al primo piano dell’abitazione dei coniugi Ferraro, sono iniziati oltre due settimane fa. Parenti, amici e vicini di casa hanno con entusiasmo collaborato a titolo gratuito e per devozione al santo che a Cianciana è molto sentita.

L’altare, allestito con stoffe cucite per l’occasione, è stato realizzato da Franca Setticasi e da Giovanni Caltagirone, i quali hanno creaato una vera e propria opera d’arte. Mai si era visto un altare ricchissimo di pietanze. Sull’altare principale hanno trovato posto tutti i tipi di frutta e verdura di stagione: carciofi, cardi, finocchio, anguria, mele, fichi, fragole, arance. Preziosissimi i lavori fatti con la pasta di mandorle:. Una vera e propria leccornia. Regnavano sovrani al centro dell’altare principale l’aquila simbolo della grandezza, l’agnello simbolo della pace, il bastone simbolo della saggezza.

Il pane è stato denominatore comune dell’altare votivo. E’ stato esposto nelle sue diverse forme: purciddatu, pitta, trinità. Nelle altre tavole sono state collocati ben 19 tipi di verdure fritte con le uova, tra cui carciofi, broccoli, zucca, asparagi, la minestra, la pasta con le sarde mollica e finocchi. Non potevano mancare i dolci: sfingi e cavateddi, e numerose torte raffiguranti l’immagine di San Giuseppe donate da amici e parenti di tutto il quartiere.

Il clamore della presenza degli altari di San Giuseppe è uscito fuori dai confini della cittadina e della provincia se per la festività è arrivato a Cianciana un pullman carico di turisti provenienti da Termini Imerese i quali hanno voluto visitare gli altari devozionali e ai quali è stata offerta la degustazione delle tante leccornie locali.

ENZO MINIO


 
< Prec.   Pros. >