CIANCIANA.INFO - Il portale su Cianciana by Paolo Sanzeri -Storia, Cultura, Architettura, Turismo, Cronaca ed altro - Mafia, quando Totò Riina ordinò la strage del Platani a Cattolica Eraclea.

 

 

 

Home
Advertisement

Libro: Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione

Advertisement
Advertisement

Chi e' online

Abbiamo 2 visitatori online
Advertisement

Webcam Cianciana

Advertisement
 
...il presente sito è gestito personalmente da Paolo Sanzeri e non usufruisce di contributi privati e pubblici ... . il Museo Civico ha a disposizione il Portfolio con la raccolta: "CIANCIANA: 16 cartoline per la storia di una città". . ..Si da avviso che stiano realizzando nel Museo Civico una nuova sezione archeologica e mineraria, si raccolgono reperti archeologici e reperti provenienti dalle zolfare..., quali cristalli di zolfo, oggetti e attrezzi ed in particolare delle foto.... .. presso il Museo il libro "Sant'Antonino di Cianciana, storia di una città di nuova fondazione" . . . INTERNET POINT gratuito presso il Museo Civico.
 

BUON NATALE

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Cerca

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Per l'acqua pubblica

Per l'acqua pubblica
Radio
Radio Capital
Radio Deejay

Immagine casuale

__logo.jpg

Articoli in lingua inglese

Advertisement

Articoli in lingua russa

Advertisement

Mappa interattiva

Advertisement

Festa di San Giuseppe

Advertisement

carta turistica informativa

Advertisement
Mafia, quando Totò Riina ordinò la strage del Platani a Cattolica Eraclea. PDF Stampa E-mail
Scritto da Domenico Oliveri   

18/11/17: E’ legata al nome di Salvatore Riina anche la “strage del Platani”. L’agguato avvenne  il 9 febbraio 1981 lungo il fiume Platani, in territorio di Cianciana. Le vittime – che si trovavano su un trattore quando il commando di fuoco giunto da Corleone entrò in azione – furono Liborio Terrasi, 47 anni, e Domenico Francavilla, 32 anni, di Cattolica Eraclea, Mariano Virone 47 anni, di Raffadali e il giovane cattolicese Vincenzo Mulé che aveva 16 anni.

Il boss Totò Riina è morto all’età di 87 anni, di cui 24 passati al 41 bis, nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma. Operato due volte, era entrato in coma. Nonostante il permesso dal ministro della Giustizia, i familiari non sono riusciti ad incontrarlo. Il nome del boss che fece guerra allo Stato è legato ad alcuni dei più clamorosi attacchi mafiosi, fino alle stragi di Capaci e via D’Amelio. Per gli inquirenti, Riina era ancora alla guida di Cosa Nostra. Il procuratore di Palermo ha detto: “Ha perso la sua idea folle di attaccare lo Stato”. Dal “papello” alla trattativa Stato-mafia, e il mistero del blitz rinviato nel suo covo. Come cambiano gli equilibri mafiosi: Messina Denaro in pole per raccoglierne lo scettro. La Cei: “Non è pensabile un funerale pubblico”. Obiettivo predestinato dei killer arrivati da Corleone su ordine di Totò Riina – Salvatore Madonia e Giovanni Brusca, come rivelò poi lo stesso pentito – era l’allora boss di Cattolica Eraclea Liborio Terrasi, entrato in conflitto con il capo mafia di Ribera Carmelo Colletti (poi anche lui ucciso). Insieme a Terrasi furono uccise le persone che erano con lui, riconosciute poi vittime innocenti della mafia. Una carneficina definita all’epoca dai giornali la “strage del Platani”.
 
Pros. >